Il laser Neodimio-Yag 1064nm ad impulso lungo e il laser Neodimio-Yag 532nm KTP ultrapulsato consentono di eliminare in maniera selettiva le lesioni vascolari cutanee (teleangectasie, couperose, angiomi piani più o meno estesi e vene reticolari profonde) del volto, del tronco e degli arti inferiori.

La selettiva vaporizzazione dei globuli rossi ed il collasso dei vasi irradiati permette di lasciare integra la cute sovrastante.

L’obiettivo dei trattamenti con laser ktp è di sfruttarne la selettività d’azione e quindi di evitare o almeno ridurre i possibili danni ai tessuti sani; a tal fine è necessario utilizzare la minima quantità di energia che possa risultare efficace per la correzione di una determinata lesione.

L’utilizzo combinato dei laser N-Yag 1064, N-Yag Q-Switched, Ktp 532, Acutip 500 e Titan infrarosso offre la possibilità di trattare i più comuni inestetismi cutanei del volto agendo contemporaneamente in superficie sulle macchie brune e le angectasie capillari stimolando la produzione di collagene e promuovendo la retrazione della pelle nel derma profondo

Esecuzione

  • Anestesia: necessaria solo in casi rari l’applicazione di crema anestetica
  • Durata: da 15 a 45 minuti
  • Lesioni estese(angioma capillare piano ed eritrosi):
    • I^ seduta: vengono eseguiti dei test su piccoli settori di cute utilizzando energie di diversa intensità.
    • II^ seduta: a distanza di 3-4 settimane dalla prima: controllo dei risultati dei test al fine di identificare l’intensità di energia adeguata per la correzione del difetto evitando danni (piccole ustioni) alla cute.
  • Couperose, aree di capillari dilatati agli arti inferiori: non vengono effettuati test; si procede erogando un livello di energia non eccessivo in una o più sedute successive fino ad ottenere il risultato desiderato. Ad un unico trattamento “aggressivo”, vengono preferiti più trattamenti, riducendo al minimo i possibili rischi di lesioni temporanee.
  • Per alcune lesioni vascolari degli arti inferiori potrà essere necessario integrare il trattamento eseguendo iniezioni di sostanze sclerosanti intravasali al fine di ottimizzare il risultato.

Preparazione

  • il trattamento non può essere eseguito con la pelle abbronzata

Periodo post-trattattamento

  • Correzione di lesioni del volto (couperose, capillari, macchie)
    • Gonfiore nella zona trattata per qualche ora
    • Protezione solare
  • Correzione di capillari degli arti inferiori
    • Rossore e lieve gonfiore della zona trattata per alcune ore
    • Protezione solare
    • Evitare attività sportiva per 3gg ed iperattività sportiva con gli arti inferiori per 1 mese circa.

Possibili complicazioni

  • Eritema (colorito rosa acceso della pelle): possibile conseguenza nel trattamento di zone estese; regredisce spontaneamente nel corso di alcune settimane. Può persistere più a lungo a causa dell’esposizione a temperature eccessivamente calde o fredde.
  • Discromie: minuscole iperpigmentazioni e/o ipopigmentazioni : l’utilizzo di creme a filtro solare rende minimo il rischio di tale evenienza.
  • Formazione di minuscole bollicine: la guarigione è spontanea nel corso di 3-5 giorni.

Risultati e loro durata

I risultati ottenibili con metodiche laser variano da persona a persona in relazione al tipo di lesione, alle sue dimensioni e profondità rispetto alla cute, al tipo di carnagione e alla presenza di abbronzatura. Per tale motivo potrebbe essere necessario ripetere i trattamenti modificando la loro intensità.

In molti casi la comparsa di dilatazioni capillari è provocata, in soggetti predisposti, dall’esposizione della pelle al sole intenso o a temperature estreme. Se da un lato i trattamenti con laser possono eliminare definitivamente gli inestetismi, dall’altro non possono eliminare il rischio della ricomparsa delle lesioni qualora il paziente si esponga nuovamente alle già riferite “situazioni a rischio” senza le adeguate protezioni (creme a filtro, creme protettive).

foto prima dopo