mastopessiL’intervento di mastopessi viene eseguito per migliorare la forma di seni cadenti (ptosi mammaria), conferendo alle mammelle maggior consistenza, rotondità e proiezione.

Consente di:

  • innalzare il livello delle areole e dei capezzoli ove opportuno
  • ridurre il diametro delle areole mammarie qualora siano troppo grandi
  • correggere eventuali asimmetrie conseguenti alla maggior “caduta” di una mammella rispetto all’altra (correzione dell’asimmetria mammaria).

Casi particolari

Esecuzione

  • Anestesia generale o, nei casi di minor impegno, locale e sedazione.
  • Durata: da 2 a 3 ore
  • Procedura. La scelta del tipo di intervento e la conseguente estensione delle cicatrici dipende dal grado di rilassamento (ptosi) delle mammelle

tecnica round blockPtosi lievi: incisioni periareolari (tecnica round incisioni block)

Ptosi intermedie: incisioni periareolari e verticali (tra areola e solco sottomammario)

Ptosi marcate: incisioni periareolari, verticali e trasversali in corrispondenza della parte centrale e laterale del solco mammario. La tecnica tradizionale prevede incisioni in avvicinamento dei lembicorrispondenza della parte interna delle mammelle e quindi la produzione di cicatrici trasversali allungate verso lo sterno. La tecnica da me adottata consente di norma di evitare tali prolungamenti cicatriziali che potrebbero risultare visibili indossando abiti scollati o costumi da bagno.

  • Rimozione della cute eccedente secondo i disegni preoperatori.
  • Rimodellamento e sospensione della massa glandulo-adiposa e suo ancoraggio al piano muscolare sottostante.
  • Stiramento verso il basso della cute localizzata sopra e attorno all’areola e contemporaneo spostamento verso l’alto dell’areola vincolata ad un ponte di pelle che ne garantisce la sopravvivenza.cicatrici periareolar e verticalii
  • cicatrici periareolari verticali e trasversaliSutura dei lembi cutanei in modo di adattare il contenente (pelle) al contenuto (grasso e ghiandola).

Preparazione

  • 2 settimane prima: sospendere assunzione di medicinali contenenti acido acetilsalicilico (es. Alka Seltzer, Ascriptin, Aspirina, Bufferin, Carin, Cemirit, Vivin C, etc.) o Vitamina E
  • 1 settimana prima: sospendere il fumo e limitare l’assunzione di alcolici

Periodo postoperatorio

  • Dolore in corrispondenza delle parti operate.
  • 7 – 10 giorni dopo l’intervento: rimozione dei punti di sutura e ripresa dell’attività lavorativa.
  • L’attività fisica deve essere evitata per un mese.

Possibili complicazioni

  • Ematoma: può insorgere nelle prime 12-24 ore dopo l’intervento, è limitato dalla presenza dei drenaggi.
  • Infezioni: sono rare e generalmente dominabili con gli antibiotici.
  • Necrosi dell’areola e del capezzolo: si verifica raramente nei casi di correzione di mammelle già operate o in seguito a correzioni di ptosi cospicue.
  • Insensibilità del capezzolo: rara, generalmente transitoria.

Le cicatrici cutanee residuate all’intervento sono generalmente poco visibili, anche perché situate in pieghe naturali (solchi sottomammari) o in corrispondenza di cute pigmentata (areole mammarie).

  • Cicatrici ipertrofiche (arrossate e rilevate) che possono imprevedibilmente svilupparsi in pazienti con una eccessiva reattività cutanea o in caso di infezione della ferita andranno trattate con specifiche pomate ed eventualmente con infiltrazioni di cortisone.
  • Cicatrici inestetiche e di cattiva qualità possono essere corrette con un intervento in anestesia locale dopo aver atteso un congruo periodo di tempo (8-12 mesi dall’intervento).

Risultati e loro durata

L’effetto migliorativo della mastopessi risulta immediatamente apprezzabile al chirurgo già durante l’intervento. Il gonfiore successivo non rende peraltro valutabile il risultato definitivo per almeno due mesi. Il risultato non è permanente in quanto la cute mammaria, benché distesa per effetto dell’intervento, rimane soggetta ai naturali processi di invecchiamento ed allo stiramento prodotto dal peso delle mammelle o al turgore conseguente ad eventuali repentini aumenti del peso corporeo o alla montata lattea in caso di gravidanze.

foto prima dopo