Il rimodellamento delle grandi labbra consente di migliorare forma e tono delle grandi labbra, modificarne il volume e correggere eventuali asimmetrie, conferendo un aspetto più giovanile alla vulva nel suo complesso.

AUMENTO DELLE GRANDI LABBRA

L’intervento è  indicato nei casi in cui le grandi labbra non coprano adeguatamente le piccole labbra o perchè poco sviluppate o avvizzite a causa dell’invecchiamento. L’intervento può dunque avere finalità estetica e/o funzionale.

Esecuzione

grandi labbra avvizzite
grandi labbra avvizzite

L’aumento del volume delle grandi labbra può essere ottenuto utilizzando una delle seguenti procedure:

  • Inoculo di filler (acido jaluronico)
  • Lipofilling ovvero innesto autologo di tessuto adiposo prelevato in altra regione del corpo (addome, interno cosce, glutei, etc) mediante sottilissime cannule, eseguibile in anestesia locale.

    lipofilling delle grandi labbra
    lipofilling delle grandi labbra

Rispetto all’utilizzo di fillers, il lipofilling offre il vantaggio di un risultato definitivo: le cellule adipose innestate, dopo un parziale iniziale riassorbimento di circa il 30%,  permangono indefinitamente nell’area trattata.

Periodo post-trattamento

  • A seguito di utilizzo di fillers gonfiore di modica entità e di breve durata (2-3 giorni circa)
  • Dopo lipofilling gonfiore di maggiore entità, per la durata di  7-10 giorni
  • Il dolore è in genere di modesta entità e ben controllabile dai comuni antidolorifici.

RIDUZIONE DELLE GRANDI LABBRA

L’intervento è indicato qualora le grandi labbra siano troppo sviluppate a causa di eccesso adiposo, in presenza o meno di cute flaccida.

La riduzione delle grandi labbra può essere ottenuta alternativamente con una delle seguenti tecniche:

  • lipoaspirazione, nei casi in cui l’ipertrofia sia dovuta principalmente ad un eccesso di tessuto adiposo con cute di buona elasticità
  • intervento chirurgico di riduzione che prevede:
    riduzione grandi labbra
    riduzione chirurgica delle grandi labbra
    • asportazione di due strisce di cute e sottocute al limite con la piega inguinale: l’asportazione non deve essere eccessiva per evitare una sconveniente apertura delle grandi labbra.
    • sutura dei margini delle incisioni lungo le pieghe inguinali con punti riassorbibili posizionati nello spessore della pelle in modo da lasciare solo due linee sottili dopo l’intervento