Il Laser ND-YAG ad impulso lungo e il Laser ND-YAG VRM III nella modalità Spectra consentono di attivare la pelle in profondità, stimolando la produzione di nuovo collagene.

Il nuovissimo Laser ND-YAG VRM III, grazie ad un’azione meccanica e termica, permette la rimozione della parte superficiale della pelle giungendo con precisione a 40-60 micron di profondità. Può essere considerata una delle più efficaci e innovative tecniche di resurfacing non ablativo oggi disponibili.

Esecuzione

  • Anestesia: nessuna
  • Procedura: il trattamento si compie in 3 fasi successive:
    • applicazione topica di foto-sensibilizzatore
    • riscaldamento dell’area da trattare con laser a 1064 nm: favorisce la biostimolazione cutanea
    • rimozione del fotosensibilizzatore e dello strato superficiale dell’epidermide (effetto peeling)

Il trattamento va ripetuto fino ad ottenere i risultati desiderati.

Preparazione

  • 2 settimane prima: evitare di esporre la pelle ad abbronzatura.

Periodo post-trattamento

  • Rossore, di entità variabile, per 1-2 giorni.
  • Creme a filtro solare dovranno essere utilizzate fino a quando il colore della pelle trattata non sarà ritornato normale

Risultati e loro durata

Il miglioramento generale dell’aspetto della pelle del viso si rende chiaramente evidente già dopo un singolo trattamento: la pelle appare più luminosa, compatta ed omogenea.

In assenza di specifici difetti, l’esecuzione di uno-due trattamenti all’anno consente il mantenimento di una pelle più sana e bella.

L’attenuazione delle pigmentazioni senili e delle rughe sottili si manifesta già dopo la prima seduta, ma in genere richiede più sedute successive.

POSSIBILI PROCEDURE ALTERNATIVE PER IL RINGIOVANIMENTO CUTANEO E LA CORREZIONE DELLE RUGHE DEL VOLTO

  • Laser più aggressivi (CO2 Ultrapulsato, CO2 Frazionato): offrono il vantaggio di ottenere risultati più appariscenti, ma comportano tempi di guarigione più lunghi ed eritema protratto.
  • Luce Infrarossa Titan: indicata nei casi di rilassamento cutaneo.
  • Fillers (riempitivi iniettabili nello spessore della pelle): indicati per rughe non troppo sottili e zone circoscritte; non richiedono l’interruzione dei rapporti sociali, ma danno risultati temporanei.
  • Peeling con prodotti chimici acidi (es. blue peel): rappresentano un’alternativa al trattamento per la correzione di pigmentazioni brunastre o altre imperfezioni superficiali della pelle.